Antico collegio dei Piaristi, oggi museo della patria (Heimatmuseum)

Antico collegio dei Piaristi, oggi museo della patria (Heimatmuseum)

Per migliorare le istituzioni scolastiche, l’imperatrice Maria Teresa chiamò in città l’ordine dei Piaristi, che si erano posti come obiettivo il miglioramento dell’istruzione scolastica dei giovani. Costruito tra il 1755 e il 1757, l’edificio fu una scuola fino al 1978 e dal 1982 ospita il museo della patria.
Il museo dispone di 16 spazi espositivi con una superficie totale di 670 mq. Oltre a pezzi di archeologia preistorica e delle province romane e le più belle di 1900 tombe romane, il museo presenta la storia della città, dipinti e plastici sacrali a partire dal 1500 nonché mobili e una collezione mineralogico-paleontologica. Fiore all’occhiello di una sala dedicata al XVIII secolo sono gli stucchi di 16 mq che adornano il soffitto e che furono portati qui da una casa abbattuta agli inizi del XVIII secolo. Al legame con la dinastia asburgica è dedicata un’intera sala. A far felici grandi e piccini c’è inoltre una collezione di giocattoli del 1900 circa, alla quale si aggiungono due sale completamente arredate in stile Biedermeier e uno spazio espositivo che presenta i 4000 anni storia dell’uomo sul Reisensburger Schloßberg.

Google Maps