Porta inferiore (Untere Tor) chiamata anche porta della città (Stadtturm)

Porta inferiore (Untere Tor) chiamata anche porta della città (Stadtturm)

L’imponente torre al margine occidentale della Piazza del mercato è il segno distintivo della città. La sua metà inferiore rappresenta la sostanza costruttiva più antica ancora visibile della città superiore. Originariamente tutti i piani avevano una pianta quadrata e la torre aveva un tetto a punta. Con la costruzione del castello, Alberto Lucchese decise di dare alla torre un nuovo aspetto, che secondo lui meglio si adattava al nuovo aspetto della città.
Nella torre viveva e lavorava un importante servitore della città, il guardiano della torre, che aveva il compito di proteggerla dagli incendi e di allarmare la popolazione se se ne fosse verificato uno.
Oggi gli spazi sono adibiti a bar in cui mangiare deliziosi Weißwürste o bere un caffè: un’associazione, infatti, la Altstadtfreunde Günzburg e. V. (Amici del centro storico di Günzburg) ne ha restaurato gli interni.
In città si racconta una simpatica storia sulle tegole verdi del tetto: le città più ricche, in passato, potevano permettersi di rivestire i tetti di torri e palazzi pubblici con lamiere di rame che poi col tempo venivano ricoperte da una patina verdastra. Da lontano, il verde delle tegole ricordava dunque gli splendori e la ricchezza della città. Poiché Günzburg non poteva permetterselo, si pensò di dare almeno da lontano l’illusione di ricchezza rivestendo di verde le tegole.

Google Maps